Test di gravidanza negativo
  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1
( 4.9 fino a 5, sulla base di 22 voti )

Ciclo mancato, ma il test di gravidanza è negativo

Che cosa significa avere il ciclo in ritardo e ricevere un risultato negativo da un test di gravidanza fatto a casa? È un sintomo di una malattia o di un altro problema? Hai scelto accidentalmente un test difettoso? Qualunque sia la ragione, è importante scoprire cosa sta succedendo con il tuo corpo e prendere tutte le misure necessarie per ripristinare il corretto funzionamento di tutto.

Possibili cause di un ciclo tardivo anche se non sei incinta.

1. Ciclo irregolare.

In media, il ciclo mestruale di una donna può durare fino a 35 giorni. Di solito, le donne con mestruazioni irregolari non si fanno prendere dal panico se il loro ciclo è in ritardo di qualche giorno. Ma, se non dovesse arrivare dopo 7-10 giorni dalla data prevista, è il caso di scoprire perché.

Di seguito, elenchiamo tutte le cause di un periodo tardivo o mancato.

2. Stress.

Il corpo di una donna è molto sensibile allo stress. È noto che durante i periodi di guerra, molte donne non hanno più avuto il ciclo completamente o per diversi mesi, certamente una reazione protettiva specifica. Essere in circostanze pericolose non è il momento migliore per portare un bambino, per questo motivo il corpo limita in automatico la capacità di rimanere incinta.

Oggi, mentre potrebbero non affrontare la vera guerra, le donne hanno ancora molto stress da affrontare. Paura, ansia, tensione in atto e persino rabbia o euforia possono ritardare il ciclo mestruale mensile.

3. Cattive abitudini.

Se bevi alcolici moderatamente, non fumi spesso né abusi di droghe/altre sostanze, il ciclo non dovrebbe interrompersi. Tuttavia, se si inizia a bere o fumare più pesantemente o si consumano altre sostanze nocive, ciò può influire sul ciclo mestruale. Allo stesso modo, se provi una sostanza potenzialmente dannosa per la prima volta, anche questa può scombussolare le mestruazioni. Di conseguenza, smettere improvvisamente di bere, fumare o usare droghe può anche ritardare il ciclo mestruale.

Anche i cibi che mangi possono influire sul tuo ciclo.

  • Alcuni alimenti innescano il rilascio di ormoni. Ad esempio, consumare troppe ostriche, avocado o asparagi può aumentare il testosterone.
  • I cibi troppo piccanti, grassi e salati influiscono negativamente sul funzionamento di tutti i sistemi del corpo.

4. Trattamento ormonale.

La maggior parte delle donne sa che i contraccettivi orali sono composti da ormoni. Tuttavia, non tutti sono consapevoli di come questi influenzano il corpo. I contraccettivi orali scelti correttamente sono utili, ma le pillole alterano il normale funzionamento del corpo. Ecco perché è importante che i contraccettivi orali siano prescritti dal tuo ginecologo. Non cercare di auto-medicarti usando rimedi da banco. Il medico discuterà i potenziali rischi e gli effetti collaterali del trattamento ormonale con te e ti monitorerà anche per i primi mesi per vedere come il tuo corpo sta tollerando il regime.

5. Infiammazione.

Anche un semplice raffreddore con febbre bassa può ritardare l’inizio delle mestruazioni. Qualsiasi tipo di malattia, non importa quanto piccola, stressa il corpo. Le malattie croniche, come gravi problemi ai reni, possono causare addirittura infertilità. Assicurati di seguire gli ordini del tuo medico e di prenderti cura di te stesso. Le condizioni di salute mal gestite non promettono bene per la maternità in attesa.

6. Attività di vita intense.

Qualsiasi impresa intensa, come studiare per un esame, un carico di lavoro pesante o un allenamento particolarmente intenso, può far perdere l’equilibrio agli ormoni. Questo a sua volta, può causare irregolarità del ciclo mestruale. Anche i tentativi di perdere peso improvvisamente hanno un impatto negativo sul sistema riproduttivo. Un esempio sono le donne che fanno sollevamento pesi. È facile notare che hanno una parte superiore del corpo sviluppata, ma questo non si estende alla regione pelvica. In generale, il loro fisico è simile a quello di un uomo. Uno dei motivi è che l’ormone maschile, il testosterone, aumenta se ci si allena intensamente. Questo non significa che dovresti saltare la palestra, ma invece aumentare gradualmente la forza e la massa corporea.

I cambiamenti improvvisi di clima o attività, il viaggio o persino il passaggio a una dieta diversa, possono influire sul ciclo mestruale.

7. Cambiamenti ormonali naturali.

Esistono tre principali cause dei cambiamenti ormonali naturali nel tuo corpo:

  1. Periodo puberale. L’adolescenza — attraversando la pubertà — è un momento di intensa trasformazione fisica ed emotiva per una donna. Questo è un momento di maturazione fondamentale del corpo. Il ciclo mestruale di alcune ragazze si stabilizza solo dopo pochi mesi o addirittura alcuni anni dopo l’inizio delle mestruazioni.
  2. Climax. È un altro evento cruciale in cui gli ormoni stanno cambiando notevolmente. Il climax si sviluppa gradualmente, quindi il ciclo inizia a fluttuare molto.
  3. Allattamento. In media, il ciclo delle mamme che non allattano si ripristina in due mesi dopo il parto. Ma per le donne che hanno scelto l’allattamento al seno, le mestruazioni ricominceranno solo dopo aver smesso di allattare. Tuttavia, ritorna entro e non oltre un anno dopo il parto.

8. Problemi di peso.

Anche il minimo aumento di peso può causare problemi al ciclo mestruale, al concepimento e alla gravidanza, creando potenzialmente problemi di gestazione e sviluppo fetale. I pazienti obesi hanno un aumentato rischio di infertilità e minori cambiamenti di concepimento. Essere in sovrappeso può anche creare problemi di salute sia alla madre che al nascituro.

9. Problemi con il sistema riproduttivo.

Questa categoria comprende fibromi, varie cisti e altre condizioni come l’endometriosi. Potrebbero essere asintomatici. In rari casi, una donna inizia a provare dolore o pesantezza nell’addome inferiore, febbre e insorgenza improvvisa di nausea. In caso di infiammazione, possono verificarsi anomalie delle perdite vaginali.

Se si verifica uno di questi sintomi, consultare un medico il prima possibile. Di solito, con un intervento precoce, non sarà necessario un intervento chirurgico.

Cosa fare dopo?

Ricontrolla il risultato.

Innanzitutto, controlla il test di gravidanza a casa che hai già eseguito.

  • Ha superato la data di scadenza?
  • Il test o la confezione del test è stata danneggiata?
  • Le modalità di conservazione sono state seguite correttamente?
  • Hai seguito attentamente le istruzioni?

Se la tua risposta a tutte le domande precedenti è «no», puoi provare a ripetere la procedura in 2-3 giorni con un altro test o più di uno. A volte è molto utile chiedere a parenti o amici di aiutarti a interpretare il risultato. Anticipazione e nervi potrebbero indurre la donna stessa a «immaginare» o «ignorare» la seconda linea.

2. Analizza altri sintomi.

Il test è ancora negativo ma il tuo ciclo è ancora in ritardo? È tempo di analizzare tutti i tuoi sintomi.

  • Hai mal di testa? Hai avuto vertigini?
  • Hai provato sensazioni dolorose o che tirano nell’addome inferiore? Hai notato perdite vaginali?
  • Hai preso la tua temperatura (anche basale), la pressione sanguigna e il polso? Sono normali?
  • Hai nausea, vomito o problemi gastrointestinali? Hai fatto pipì molto di recente?
  • La tua condizione peggiora durante gli spostamenti o mentre ti trovi in ​​una posizione specifica?
  • Il tuo peso è cambiato di recente?
  • Il tuo aspetto (colore e condizioni della pelle, dei capelli, delle unghie, ecc.) è cambiato?

Dopo aver risposto a queste domande, è tempo di passare al passaggio successivo il più presto possibile.

3. Fai una visita dal tuo medico.

Dopo un esame esterno, il ginecologo può prescrivere:

  • Un test di laboratorio per il rilevamento del livello di hCG (forse la sua concentrazione è troppo bassa nelle urine per ora, ed è necessario l’esame del sangue)
  • Un’ecografia del sistema genito-urinario
  • CT (CAT) e/o RM del cervello (per escludere la possibilità di alcuni tipi di tumori).

Il medico può anche riferirti a un altro specialista (endocrinologo, nefrologo, terapista; meno spesso a un cardiologo o uno psicoterapeuta) per ulteriori test.

Cattive condizioni di salute, un ciclo mancato e un test di gravidanza a casa negativo insieme possono trasformarsi in un problema serio senza l’aiuto di un medico. È meglio non rischiare la salute e consultare immediatamente un medico. Anche se il tuo corpo sta bene, il ginecologo ti aiuta a rilassare la mente e ad alleviare i sintomi e il disagio.