test di gravidanza positivo
  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1
( 4.9 fino a 5, sulla base di 21 voto )

Cosa fare dopo il test di gravidanza positivo?

Senti le mani tremare, il cervello annebbiato e un incomprensibile miscuglio di emozioni. E la ragione di tutti questi sintomi è un risultato positivo del test di gravidanza che hai appena fatto a casa. Alcune donne sarebbero al settimo cielo dopo una notizia del genere, altre inizierebbero a farsi prendere dal panico e altre si bloccano a bocca aperta. Una sola cosa le accomuna: cosa fare adesso?

In questo articolo troverai un piano d’azione.

1. Rimani calma.

Perlomeno, è importante seguire prima di tutto questo consiglio. Le donne che vogliono fortemente una gravidanza o che, viceversa, hanno paura di rimanere incinta, a volte possono “evocare” mentalmente la seconda linea. Qualsiasi sia la tua situazione, è importante rimanere calmi.

Non distrarti, non funziona. Invece, respira profondamente e con calma o parla con il tuo partner / marito o un amico / familiare fidato della situazione. Aiuterà molto.

L’errore tipico è quello di iniziare a leggere recensioni dai forum online, dove altre donne incinte e giovani madri si confrontano. Le informazioni provenienti da queste fonti non sono sempre accurate o veritiere, e gli utenti scrivono spesso alcune storie spaventose sulla gravidanza o sul parto. Risparmia i tuoi nervi e la tua immaginazione e dedicati solo a letterature professionali. Meglio ancora, rivolgiti al tuo medico.

2. Ricontrolla il risultato.

Non appena riavrai la facoltà di pensare lucidamente, ti consigliamo di ricontrollare il risultato. È meglio acquistare 2-3 test, ma di marche e tipi diversi e, idealmente, da farmacie diverse. Leggi attentamente le istruzioni per il test, perché i test possono rivelare risultati falsi positivi a causa di un uso errato, di una conservazione non corretta del prodotto o del superamento della data di scadenza.

È possibile che venga visualizzato un risultato falso positivo in queste situazioni:

  • Aborto recente o aborto spontaneo
  • Gravidanza ectopica
  • In caso di contaminazione del test da parte di agenti esterni (ad es. polvere)
  • Utilizzo di farmaci per il trattamento ormonale
  • Menopausa
  • Cancro
  • Alcuni tipi di cisti, fibromi uterini e malattie simili

In caso di dubbi, è possibile ripetere il test dopo 2-3 giorni. Se sei incinta, le linee di conferma appariranno più luminose.

E se i tuoi risultati mostrano ancora una gravidanza? Allora è tempo di arrivare al terzo passo.

3. Parlare con mamma.

Parlare con tua madre non è solo ottimo per ricevere supporto morale o per condividere la tua gioia. Una conversazione con tua madre è un modo eccellente per scoprire alcune dinamiche sulla gravidanza e sul parto. Queste informazioni aiuteranno il medico a capire meglio come gestire la propria gravidanza. e il parto. Le informazioni aiuteranno il medico a capire meglio come gestire la propria gravidanza. Ci sono alcune domande che dovresti porre ai tuoi genitori:

  • Quanto pensavo e quanto ero alta quando sono nata?
  • Hai avuto complicazioni durante la gravidanza o il parto?
  • Hai sofferto di ipertensione durante la gravidanza?
  • Che tipo di malattie infantili ho avuto (rosolia, varicella, ecc.)?

È anche importante riuscire a ricordare tutte le tue malattie passate o allergie croniche di cui puoi aver sofferto. Tua madre sarà sicuramente d’aiuto in questo.

4. Prendi un appuntamento con il medico.

È un passo ovvio e naturale. Tuttavia, come sappiamo, molte donne rinviano una visita dal medico o non ritengono necessario andare in clinica. È un atteggiamento sicuramente sbagliato. Prima la futura madre prende un appuntamento, più è probabile che il medico prevenga lo sviluppo di anomalie o complicanze fetali durante la gravidanza.

Se il test ha mostrato due righe, non dovute a gravidanza o difetti del prodotto, il medico determinerà la causa e prescriverà il trattamento appropriato.

Cosa fa il medico durante le prime visite?

4.1. Prescrive un test di laboratorio per il rilevamento del livello di hCG.

Se la gravidanza è iniziata da troppo poco tempo, anche un esame ginecologico potrebbe non rivelare una gravidanza. Ma il test di rilevazione della gonadotropina ti darà una risposta sicura. L’ormone viene rilevato molto più facilmente nel sangue che nelle urine, perciò se il test a casa ha mostrato un risultato errato, il test di laboratorio lo confermerà o smentirà.

4.2. Fa una diagnosi.

Il medico potrà sottoporti ad alcuni esami del sangue e delle urine o all’esame della ghiandola tiroidea. Lui o lei potrà anche decidere di raccomandare di sottoporsi a un esame generale da un terapista, oculista, otorinolaringoiatra e molti altri specialisti.

Dovrai spesso fare dei test durante la gravidanza, quasi ogni volta prima della tua visita dal ginecologo. E’ il caso di farli tutti, poiché sono molto importanti per assicurarsi di avere una gravidanza sana. Tutte le procedure mirano non solo a seguire lo sviluppo del bambino, ma anche a prendersi cura del benessere della madre.

4.3. Potrebbe consigliare delle vitamine prenatali.

Un ginecologo può prescrivere vitamine per bassi livelli di emoglobina, immunità debole, disturbi ormonali e vari disagi in generale. Miglioreranno la tua salute e i nutrienti aggiunti potranno persino migliorare la salute della tua pelle, dei capelli e delle unghie.

4.4. Prescrivere un’ecografia.

La prima ecografia non può essere prescritta prima di due settimane a partire dal ciclo saltato. L’obiettivo principale di questa ecografia è quello di escludere una gravidanza extrauterina, che potrà anche rilevare eventuali problemi dei genitali.

Un’ecografia per determinare il genere del bambino e il suo sviluppo verrà prescritta molto più avanti.

4.5. Pianifica gli appuntamenti.

Dovrai vedere il medico quasi più spesso di tuo marito. Se la gravidanza non ha complicazioni, la frequenza degli appuntamenti sarà molto probabilmente una visita al mese, ma non di meno. Più ti avvicinerai al momento del parto, più spesso dovrai consultare il medico.

È meglio pianificare gli appuntamenti con il medico fin dall’inizio in modo da non dover annullare alcun piano e andare dal medico in fretta più avanti durante la gravidanza.

5. Cerca informazioni.

Libri, fonti affidabili di Internet e lezioni di parto sono utili e importanti. Una donna consapevole di come cambierà il proprio corpo nel corso dei mesi e di come crescerà suo figlio, si sentirà certamente più tranquilla. Fiducia e calma sono fondamentali per facilitare il parto.

Ricorda di seguire i consigli del medico. Questi nove mesi non sono il momento adatto per seguire consigli alternativi o regimi sperimentali.

6. Goditi la gravidanza.

Quasi ogni gravidanza provoca un certo disagio. È naturale e abbastanza sopportabile, di solito. Tuttavia, è bene cercare di circondarsi di un ambiente il più confortevole possibile.

Comunicare con persone piacevoli e visitare posti meravigliosi. Emozioni positive influenzano positivamente il sistema nervoso del bambino e la sua salute in generale. E anche la futura madre ne trarrà beneficio.

C’è un «ma», però. La gravidanza non è il momento migliore per cambiamenti profondi. Pertanto, se una donna incinta:

  • Fuma, non deve abbandonare bruscamente questa abitudine. È meglio ridurre gradualmente la quantità di sigarette fumate ogni giorno fino a quando quel numero è zero;
  • Non è abituata a una vita particolarmente sana, dovrà cercare di seguire uno stile di vita sano, ma gradualmente. È importante che anche il futuro padre si sforzi di seguire le stesse abitudini;
  • Non è abituata all’attività fisica, si consiglia di escludere allenamenti intensi. Semplici passeggiate o un po’ di yoga sono perfetti per la gravidanza;
  • Ama il cibo spazzatura, è bene che ne riduca l’assunzione. Una donna incinta spesso cambia molto i suoi gusti, cosa che provoca l’avere delle voglie particolari – di solito per del cibo spazzatura. Non dovresti negarti completamente il piacere, ma è importante prudente limitare la quantità di tale cibo. Assicurati che la tua dieta sia composta principalmente da cibi sani.
  • È una persona attiva che non può stare ferma con le mani in mano, allora è giusto che mantenga il suo stile di vita precedente. Ma dovrà sicuramente tenere traccia del suo programma giornaliero e della nutrizione, eliminando stress eccessivo e troppo lavoro.

Un test di gravidanza positivo può essere il risultato di un difetto del prodotto, come anche prova di una effettiva gravidanza. In ogni caso, è sempre meglio ricontrollare tutto e consultare il proprio medico. Tale passaggio contribuirà a garantire una gravidanza sana e sicura per te e il tuo bambino.